Bergamo, la meraviglia a un passo da EXPO.

Al di là di cogliere con un solo colpo d’occhio la singolare suddivisione di Bergamo in Città Alta e Bassa, per conoscerla davvero a fondo e nel "cuore" storico e popolare si consiglia di visitarne i borghi, diramazione naturale e vitale della città sul colle prima che si sviluppasse il centro cittadino.

Questi storici quartieri, se osservati su una mappa, sembrano disegnare una mano aperta: Borgo Canale, che conduce da Bergamo Alta verso i colli e vanta la Casa natale di Donizetti; Borgo San Leonardo, che da Piazza Pontida, snodo di vie e area mondana con locali e negozi, conduce in Città Alta lungo via Sant’Alessandro; Borgo Pignolo, con gli affacci eleganti delle antiche dimore nobiliari e infine Borgo Santa Caterina, uno dei luoghi nei quali respirare il clima dei piccoli paesi di un tempo con botteghe artigiane e piccoli negozi di vicinato.

Quasi l’”altra” città, non meno ricca di storia e d’arte e dove è possibile trovare tracce delle tradizioni e della vita di un tempo. In origine, prima che la cerchia delle mura costruite da Venezia chiudesse il colle in un poderoso anello di pietra, la città si estendeva sui fianchi della collina proprio attraverso i borghi, sorti lungo le principali strade di collegamento.