Madonna delle Lacrime

Descrizione

A Ponte Nossa, in località Campolongo, troviamo il Santuario della Madonna delle Lacrime, detta anche “Madonna di Campolongo”. È la prima lacrimazione di sangue di un’immagine mariana debitamente documentata nella storia della Chiesa universale: secondo la tradizione, il 2 giugno 1511, una pastorella del paese fissando il quadro vide il volto della Madonna mutare fino a lacrimare sangue. L’immagine miracolosa della Madonna è tutt’oggi custodita nel Santuario, insieme al polittico cinquecentesco attribuito alla bottega dei Vivarini e diverse tavolette votive dedicate alla Madonna stessa, segni tangibili della fede popolare che hanno reso il Santuario di Ponte Nossa una delle mete più importanti nella bergamasca dei pellegrinaggi mariani.

Tuttavia, ciò che cattura maggiormente l’attenzione è sicuramente il lungo coccodrillo imbalsamato posto sopra l’ingresso di destra: tradizione vuole che il grande rettile sia stato il dono di un commerciante alla fine del XVI secolo.


Continua

A Ponte Nossa, in località Campolongo, troviamo il Santuario della Madonna delle Lacrime, detta anche “Madonna di Campolongo”. È la prima lacrimazione di sangue di un’immagine mariana debitamente documentata nella storia della Chiesa universale: secondo la tradizione, il 2 giugno 1511, una pastorella del paese fissando il quadro vide il volto della Madonna mutare fino a lacrimare sangue. L’immagine miracolosa della Madonna è tutt’oggi custodita nel Santuario, insieme al polittico cinquecentesco attribuito alla bottega dei Vivarini e diverse tavolette votive dedicate alla Madonna stessa, segni tangibili della fede popolare che hanno reso il Santuario di Ponte Nossa una delle mete più importanti nella bergamasca dei pellegrinaggi mariani.

Tuttavia, ciò che cattura maggiormente l’attenzione è sicuramente il lungo coccodrillo imbalsamato posto sopra l’ingresso di destra: tradizione vuole che il grande rettile sia stato il dono di un commerciante alla fine del XVI secolo.