Google Trekker
Esplora le Orobie online: è il momento giusto!

Dopo aver mappato deserti, foreste e le cime delle Dolomiti, ora anche le valli bergamasche e le loro vette si possono navigare online. Programma una gita ed esplora il sentiero ancora prima di aver preparato lo zaino, ammirando la bellezza dei panorami d'alta quota seduto sul divano di casa.

Il sole che scalda i passi degli escursionisti, la natura tutto attorno e l’aria incontaminata delle montagne bergamasche sono un bel modo per immergersi da capo a piedi nella natura. Da ora con Google Trekker View è possibile vedere in anteprima 30 diversi percorsi che dal fondovalle ti conducono fino ai 17 rifugi CAI e ti permettono di ammirare le bellezze naturalistiche del Parco delle Orobie. Il progetto, promosso dalla Provincia e dal Club Alpino Italiano di Bergamo,  accorcia le distanze tra la scrivania e gli orizzonti aperti delle montagne: non ti resta che scegliere uno dei sentieri mappati e partire.

Con 15 fotocamere ad altissima risoluzione, lo zaino tecnologico firmato Google, ha rilevato gli itinerari delle Orobie bergamasche realizzando vedute a 360°, offrendo a chi naviga una versione immersiva dei panorami alpini.
Da San Pellegrino Terme a Castione della Presolana, passando per Colere, Taleggio e Valbondione: i sentieri di Google Trekker sono facili da imboccare perché partono dai paesi del fondovalle e passo dopo passo raggiungono la cima.
Ammirare su internet le vedute dei Laghi Gemelli, dell'imponente Diga del Gleno o del Passo Scagnello già è una meraviglia per gli occhi, godetevi con un click una pausa di bellezza naturale e poi respirate a pieni polmoni l'aria d'altura.
Con un'occhiata all'anteprima di Google, riconoscerete in lontananza i rifugi: dal Tagliaferri, al Magnolini, agli altri 15 mappati. Il panorama è online, sedersi davanti a un piatto di polenta fumante va fatto rigorosamente dal vivo.
E tu quale sentiero sceglierai? Scopri quello che preferisci esplorando le montagne bergamasche e gli itinerari mappati navigando sui siti di Provincia di Bergamo, CAI Club Alpino Italiano e Google International.