Bergamo, la meraviglia a un passo da EXPO.

Il piatto tradizionale bergamasco più conosciuto (oltre alla polenta) è sicuramente rappresentato dai casoncelli.

Preparati con pasta fresca e ripieno di carne sono una vera prelibatezza per gli amanti dei piaceri della tavola.

Nacque come piatto per utilizzare gli avanzi delle carni suine e bovine. Il prodotto si arricchì con il passare degli anni. Già nell’Ottocento il condimento di questi ravioli si rese più particolare con l’aggiunta di: amaretti, uva sultanina e scorza di limone.

 

RICETTA dei CASONCELLI

Ingredienti per 6/8 persone

 

Pasta

- 400 gr di farina;

- 100 gr di semola di grano duro;

- 2 uova.

 

 

Ripieno

- 125 gr di pane grattugiato;

- 1 uovo, 70 gr di grana grattugiato;

- 150 gr di macinato per salame;

- 100 gr di carne bovina arrostita;

- 5 gr di amaretti;

- 10 gr di uva sultanina;

- uno spicchio di aglio tritato;

- un cucchiaio di prezzemolo tritato

- sale, pepe.

 

 

Condimento

- 80 gr di burro;

- 100 gr di pancetta tagliata a bastoncini;

- 100 gr di grana grattugiato;

- alcune foglie di salvia.

 

Amalgamate bene la farina insieme alla semola, le uova, un pizzico di sale e aggiungete acqua quanto basta ad ottenere un composto omogeneo, quindi lasciatelo riposare per almeno mezzora.

Nel frattempo preparate il ripieno: fate rosolare con una noce di burro il macinato per salame, quindi unitevi la carne arrostita, l'aglio il prezzemolo e fate insaporire alcuni istanti. Versate il tutto in una terrina, unitevi il grana, il pangrattato, le uova, gli amaretti sbriciolati, l’uvetta tritata, una macinata di pepe e un pizzico di sale. Amalgamate l’impasto. Se risultasse troppo asciutto aggiungete un goccio di brodo o acqua. Stendete la sfoglia, ritagliate dei dischi di 6/8 cm riempiendoli al centro un cucchiaio di ripieno.

Si cuociono i casoncelli in abbondante acqua salata.

Dopo averli scolati si condiscono con il burro fuso insaporito con foglie di salvia, la pancetta e del parmigiano grattugiato.

Gustali con un buon Valcalepio rosso.