Balzer

Balzer

Descrizione

Quando a Bergamo si sente pronunciare il nome “Balzer”, il pensiero corre subito a lunghe passeggiate sotto gli alberi del Sentierone, ai bei portici del Centro Piacentiniano e ai tavoli che li arredano, luogo ideale per gustarsi una pausa in tutto relax.

Il Caffè da Balzer è strettamente legato alla vita e al cuore dei bergamaschi. Locale storico il cui marchio è nato nel 1850, da un secolo è un vero e proprio punto di riferimento per la vita sociale e il gusto cittadini; qui ci si ritrova a gustare un caffè o un dolce dopo due passi nella via che – non a caso – è stata soprannominata il “sentiero” di Bergamo.

Come il suo predecessore Caffè Isacchi, del quale rilevò i locali nel 1936, il Balzer è specializzato nella produzione di pasticceria dolce e salata, pronta da portar via o da consumare nella cornice elegante delle sue sale. Sin dalle prime ore del mattino si sfornano brioche artigianali, fagottini e veneziane; qui potrai iniziare al meglio la tua giornata gustandoti la classica colazione all’italiana, oppure coccolandoti con mignon, pralineria e torte da forno.

E, a proposito di torte, da Balzer trovi tutti i dolci tipici bergamaschi: la Torta del Donizetti, il Panettone Donizetti e l’iconica Polenta e Ösei, prodotta in diversi formati, anche in taglia pasticcino. Da aprile a settembre si produce inoltre il gelato artigianale della casa, in gusti unici come da tradizione. Gli spunti per una pausa speciale e le idee regalo sono infiniti!

Ma non è tutto. Da oltre un anno il Balzer è un locale ancor più eclettico: aperto sette giorni su sette, con una cucina sempre attiva, ti aspetta a tutte le ore per servirti aperitivi, pranzi e cene, i cui menu sono sempre accompagnati da un piatto a sorpresa dello chef Vittorio Fusari. Il primo piano del locale storico è dedicato agli eventi privati, aziendali e familiari, e per le feste di matrimonio è possibile ordinare torte nuziali direttamente nel laboratorio di Balzer, dove le idee si trasformano in opere dolciarie.

Caffetteria, pasticceria, bistrot e gelateria: nell’accogliente cuore di Bergamo non manca davvero nulla… e non puoi mancare nemmeno tu!


Il marchio è nato nel 1850, quando la famiglia Balzer (originaria del principato del Liechtenstein) aprì il suo primo negozio a Palazzolo sull’Oglio, seguito qualche anno dopo da una pasticceria a Treviglio. Sull’onda del successo economico, alla fine degli anni Trenta i Balzer decisero di espandersi in Bergamo Bassa. Nel 1936 rilevarono quindi i locali della storica, prestigiosa Pasticceria Isacchi: nasceva così sotto i centralissimi portici del Sentierone il Caffè del Balzer.

Negli anni Cinquanta il locale è stato uno degli eleganti “caffè della passeggiata”, dove era facile incontrare personaggi di fama come Maria Callas, Marcello Mastroianni e Vittorio Gassman, ospiti del Teatro Donizetti. L’aperitivo al Balzer prima e dopo lo spettacolo era un rito irrinunciabile. Vi si producevano inoltre i famosi Panettoni del Balzer, annoverati tra i più celebrati marchi meneghini.

In quello stesso periodo i Balzer rilevarono la gestione dell’altro famoso caffè sul Sentierone, il Nazionale, e decisero di riprendere la produzione del dolce creato nel 1907 da Alessio Amadeo della pasticceria Milanese (Viale Roma, Viale Papa Giovanni XXIII): la rivisitazione in chiave dolce del tipico piatto bergamasco, la “polenta e ösei”.

Nonostante i quasi cent’anni di vita, il Balzer non ha veramente età. Come tutti i locali di fascino si adatta ad ogni epoca, apprezzato da ogni generazione per i suoi ambienti e i suoi prodotti. Nel tempo è stato in grado di tramandare molte ricette della tradizione, oggi riproposte con la stessa cura di allora.

Continua

Quando a Bergamo si sente pronunciare il nome “Balzer”, il pensiero corre subito a lunghe passeggiate sotto gli alberi del Sentierone, ai bei portici del Centro Piacentiniano e ai tavoli che li arredano, luogo ideale per gustarsi una pausa in tutto relax.

Il Caffè da Balzer è strettamente legato alla vita e al cuore dei bergamaschi. Locale storico il cui marchio è nato nel 1850, da un secolo è un vero e proprio punto di riferimento per la vita sociale e il gusto cittadini; qui ci si ritrova a gustare un caffè o un dolce dopo due passi nella via che – non a caso – è stata soprannominata il “sentiero” di Bergamo.

Come il suo predecessore Caffè Isacchi, del quale rilevò i locali nel 1936, il Balzer è specializzato nella produzione di pasticceria dolce e salata, pronta da portar via o da consumare nella cornice elegante delle sue sale. Sin dalle prime ore del mattino si sfornano brioche artigianali, fagottini e veneziane; qui potrai iniziare al meglio la tua giornata gustandoti la classica colazione all’italiana, oppure coccolandoti con mignon, pralineria e torte da forno.

E, a proposito di torte, da Balzer trovi tutti i dolci tipici bergamaschi: la Torta del Donizetti, il Panettone Donizetti e l’iconica Polenta e Ösei, prodotta in diversi formati, anche in taglia pasticcino. Da aprile a settembre si produce inoltre il gelato artigianale della casa, in gusti unici come da tradizione. Gli spunti per una pausa speciale e le idee regalo sono infiniti!

Ma non è tutto. Da oltre un anno il Balzer è un locale ancor più eclettico: aperto sette giorni su sette, con una cucina sempre attiva, ti aspetta a tutte le ore per servirti aperitivi, pranzi e cene, i cui menu sono sempre accompagnati da un piatto a sorpresa dello chef Vittorio Fusari. Il primo piano del locale storico è dedicato agli eventi privati, aziendali e familiari, e per le feste di matrimonio è possibile ordinare torte nuziali direttamente nel laboratorio di Balzer, dove le idee si trasformano in opere dolciarie.

Caffetteria, pasticceria, bistrot e gelateria: nell’accogliente cuore di Bergamo non manca davvero nulla… e non puoi mancare nemmeno tu!


Il marchio è nato nel 1850, quando la famiglia Balzer (originaria del principato del Liechtenstein) aprì il suo primo negozio a Palazzolo sull’Oglio, seguito qualche anno dopo da una pasticceria a Treviglio. Sull’onda del successo economico, alla fine degli anni Trenta i Balzer decisero di espandersi in Bergamo Bassa. Nel 1936 rilevarono quindi i locali della storica, prestigiosa Pasticceria Isacchi: nasceva così sotto i centralissimi portici del Sentierone il Caffè del Balzer.

Negli anni Cinquanta il locale è stato uno degli eleganti “caffè della passeggiata”, dove era facile incontrare personaggi di fama come Maria Callas, Marcello Mastroianni e Vittorio Gassman, ospiti del Teatro Donizetti. L’aperitivo al Balzer prima e dopo lo spettacolo era un rito irrinunciabile. Vi si producevano inoltre i famosi Panettoni del Balzer, annoverati tra i più celebrati marchi meneghini.

In quello stesso periodo i Balzer rilevarono la gestione dell’altro famoso caffè sul Sentierone, il Nazionale, e decisero di riprendere la produzione del dolce creato nel 1907 da Alessio Amadeo della pasticceria Milanese (Viale Roma, Viale Papa Giovanni XXIII): la rivisitazione in chiave dolce del tipico piatto bergamasco, la “polenta e ösei”.

Nonostante i quasi cent’anni di vita, il Balzer non ha veramente età. Come tutti i locali di fascino si adatta ad ogni epoca, apprezzato da ogni generazione per i suoi ambienti e i suoi prodotti. Nel tempo è stato in grado di tramandare molte ricette della tradizione, oggi riproposte con la stessa cura di allora.

Da non perdere nei dintorni