Jenny Holzer - Tutta la verità

Descrizione

Le porte del Palazzo della Ragione, in Piazza Vecchia, si aprono all’arte contemporanea e ospitano “Tutta la verità – The Whole Truth”, mostra dedicata all’artista americana Jenny Holzer e curata da Lorenzo Giusti, direttore della GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea.

E’ il ritorno in Italia di una delle più influenti artiste internazionali che porta il suo slancio sovversivo tra le pareti della Sala delle Capriate, là dove si amministrava la giustizia cittadina.

Ricordiamo i Truisms della Holzer, di fine anni Settanta che fecero scalpore, il suo uso della parola scritta come mezzo di riflessione ed espressione creativa. I suoi versi, tagliente strumento di critica su temi politici e sociali. Al centro la riflessione sulla mistificazione della realtà operata dai media.

In mostra una serie di proiezioni luminose con i versi scelti dall’artista, dedicati alle tematiche dell’identità, del genere e della crisi migratoria. Faranno parte dell’installazione nove panchine in marmo disposte in centro alla sala creando un punto di sosta dove fermarsi a osservare le pareti illuminate e le frasi incise sulle panchine stesse.

 

Maggiori informazioni:

https://gamec.it/jenny-holzer/


Continua

Le porte del Palazzo della Ragione, in Piazza Vecchia, si aprono all’arte contemporanea e ospitano “Tutta la verità – The Whole Truth”, mostra dedicata all’artista americana Jenny Holzer e curata da Lorenzo Giusti, direttore della GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea.

E’ il ritorno in Italia di una delle più influenti artiste internazionali che porta il suo slancio sovversivo tra le pareti della Sala delle Capriate, là dove si amministrava la giustizia cittadina.

Ricordiamo i Truisms della Holzer, di fine anni Settanta che fecero scalpore, il suo uso della parola scritta come mezzo di riflessione ed espressione creativa. I suoi versi, tagliente strumento di critica su temi politici e sociali. Al centro la riflessione sulla mistificazione della realtà operata dai media.

In mostra una serie di proiezioni luminose con i versi scelti dall’artista, dedicati alle tematiche dell’identità, del genere e della crisi migratoria. Faranno parte dell’installazione nove panchine in marmo disposte in centro alla sala creando un punto di sosta dove fermarsi a osservare le pareti illuminate e le frasi incise sulle panchine stesse.

 

Maggiori informazioni:

https://gamec.it/jenny-holzer/