MUSEO DELL’ILLUMINAZIONE MINERARIA - SCHILPARIO

Descrizione

Recentissima l’inaugurazione di questo nuovo spazio espositivo, siamo al 19 maggio 2018, che a Schilpario ha di fatto dato vita ad un’esposizione particolarissima ed unica non solo a livello nazionale ma europeo.

Il Museo dell’Illuminazione Mineraria è ciò che mancava alla già ricca offerta culturale che la società Ski Mine offre a migliaia di visitatori con l’apertura alle visite guidate dei cunicoli estrattivi dell’alpe Gaffione.

La luce trova quindi spazio, diventa centro e protagonista del mondo sotterraneo delle miniere permettendo, a chi si vuole avvicinare per conoscere, di osservare in ogni minimo dettaglio gli antichi sistemi utilizzati per rischiarare le gallerie.


Il Museo dell’Illuminazione Mineraria può far conto su un’ampia superficie (oltre 250 mq) nei quali trovano precisa collocazione più di 2000 pezzi.

Si tratta in prevalenza di lampade da miniera con funzionamento a carburo, benzina o elettricità, lanterne, lumi ad olio ma anche altri oggetti come elmetti in grado di garantire un minimo di sicurezza, carrelli d’epoca, telefoni con cui si poteva comunicare anche nel sottosuolo…

La struttura è in grado di ospitare oltre ai visitatori laboratori dedicati e rivolti non solo alle scolaresche, vere e proprie lezioni di geologia locale, percorsi storici a tema illuminazione o importanti nozioni relative tecniche di lavorazione e metodi di fusione dei metalli.

Un occasione da non perdere quindi anche per completare una conoscenza che già si è acquisita entrando (con la garanzia di sicurezza offerta dal servizio di visite guidate) nel buio dei cunicoli estrattivi del “Parco Minerario ing. Andrea Bonicelli” di Schilpario.

Visitando il Museo dell’Illuminazione si può quindi comprendere come l’ingegno umano abbia fatto di necessità virtù riuscendo a rendere meno buia anche una galleria...

Continua

Recentissima l’inaugurazione di questo nuovo spazio espositivo, siamo al 19 maggio 2018, che a Schilpario ha di fatto dato vita ad un’esposizione particolarissima ed unica non solo a livello nazionale ma europeo.

Il Museo dell’Illuminazione Mineraria è ciò che mancava alla già ricca offerta culturale che la società Ski Mine offre a migliaia di visitatori con l’apertura alle visite guidate dei cunicoli estrattivi dell’alpe Gaffione.

La luce trova quindi spazio, diventa centro e protagonista del mondo sotterraneo delle miniere permettendo, a chi si vuole avvicinare per conoscere, di osservare in ogni minimo dettaglio gli antichi sistemi utilizzati per rischiarare le gallerie.


Il Museo dell’Illuminazione Mineraria può far conto su un’ampia superficie (oltre 250 mq) nei quali trovano precisa collocazione più di 2000 pezzi.

Si tratta in prevalenza di lampade da miniera con funzionamento a carburo, benzina o elettricità, lanterne, lumi ad olio ma anche altri oggetti come elmetti in grado di garantire un minimo di sicurezza, carrelli d’epoca, telefoni con cui si poteva comunicare anche nel sottosuolo…

La struttura è in grado di ospitare oltre ai visitatori laboratori dedicati e rivolti non solo alle scolaresche, vere e proprie lezioni di geologia locale, percorsi storici a tema illuminazione o importanti nozioni relative tecniche di lavorazione e metodi di fusione dei metalli.

Un occasione da non perdere quindi anche per completare una conoscenza che già si è acquisita entrando (con la garanzia di sicurezza offerta dal servizio di visite guidate) nel buio dei cunicoli estrattivi del “Parco Minerario ing. Andrea Bonicelli” di Schilpario.

Visitando il Museo dell’Illuminazione si può quindi comprendere come l’ingegno umano abbia fatto di necessità virtù riuscendo a rendere meno buia anche una galleria...