Santuario della Madonna della Ceriola

Descrizione

Situato a Monte Isola, l’isola lacustre più grande al centro del Lago d’Iseo. Si trova nel punto più elevato del lago e da lì si può ammirare un ampio panorama sul lago e sulle montagne che lo circondano.

Il Santuario della Madonna della Ceriola è stato il primo edificio di culto alla Madonna ad essere costruito nella zona del lago d’Iseo, infatti, le sue origini risalgono alla metà del V secolo.

Il nome “Madonna della Ceriola”, probabilmente deriva dal cerro, l’essenza legnosa utilizzata per costruire la statua lignea del XII secolo, rappresentante la Vergine in trono con in braccio il Bambino, venerata all’interno del Santuario.

All’interno del santuario numerosi affreschi e dipinti e ex-voto, i doni dei fedeli che ricordano le grazie attribuite alla Madonna.

Ogni seconda domenica di luglio c’è la festa della “Madonna del Colera”, in ringraziamento per la protezione accordata agli abitanti dell’isola contro un’epidemia di colera del 1836.

Oggi il Santuario è il simbolo dell’unità civile di tutti i cittadini dell’unico comune di Monte Isola, che porta nel suo stemma proprio la figura del Santuario della Madonna della Ceriola.

Come arrivare è semplice. Il Santuario è servito da una mulattiera acciottolata che lo collega alla località Cure, ed il sabato, la domenica e i festivi è attivo un servizio bus che parte nei pressi del pontile di Peschiera Maraglio e ferma in località Cure.

Sempre da Peschiera Maraglio parte il sentiero che porta al Santuario e lungo il percorso sono presenti 15 cappelle che celebrano i misteri del rosario, realizzate nella seconda metà del Novecento.

Durante le funzioni religiose, le visite sono sospese.


Continua

Situato a Monte Isola, l’isola lacustre più grande al centro del Lago d’Iseo. Si trova nel punto più elevato del lago e da lì si può ammirare un ampio panorama sul lago e sulle montagne che lo circondano.

Il Santuario della Madonna della Ceriola è stato il primo edificio di culto alla Madonna ad essere costruito nella zona del lago d’Iseo, infatti, le sue origini risalgono alla metà del V secolo.

Il nome “Madonna della Ceriola”, probabilmente deriva dal cerro, l’essenza legnosa utilizzata per costruire la statua lignea del XII secolo, rappresentante la Vergine in trono con in braccio il Bambino, venerata all’interno del Santuario.

All’interno del santuario numerosi affreschi e dipinti e ex-voto, i doni dei fedeli che ricordano le grazie attribuite alla Madonna.

Ogni seconda domenica di luglio c’è la festa della “Madonna del Colera”, in ringraziamento per la protezione accordata agli abitanti dell’isola contro un’epidemia di colera del 1836.

Oggi il Santuario è il simbolo dell’unità civile di tutti i cittadini dell’unico comune di Monte Isola, che porta nel suo stemma proprio la figura del Santuario della Madonna della Ceriola.

Come arrivare è semplice. Il Santuario è servito da una mulattiera acciottolata che lo collega alla località Cure, ed il sabato, la domenica e i festivi è attivo un servizio bus che parte nei pressi del pontile di Peschiera Maraglio e ferma in località Cure.

Sempre da Peschiera Maraglio parte il sentiero che porta al Santuario e lungo il percorso sono presenti 15 cappelle che celebrano i misteri del rosario, realizzate nella seconda metà del Novecento.

Durante le funzioni religiose, le visite sono sospese.