Caffé del Tasso

Descrizione

In Città Alta dal 1476.
Nato prima della scoperta dell'America come "Locanda delle due spade", perché in Piazza Vecchia si facevano i duelli, diventa Torquato Tasso Caffè e Bottiglieria nel 1681, quando Bergamo colloca proprio a fianco del locale la statua di Torquato Tasso, il celebre poeta, discendente della nobile famiglia della Val Brembana, autore della Gerusalemme liberata.
Il Caffè del Tasso è una certezza a Bergamo: i secoli passano, gli stili cambiano ma lui resta e da qui passa la storia, al punto che nemmeno la cannonata austriaca che lo centrò nel 1849 potè interrompere questa grande tradizione di bontà!

Da sempre è crocevia di personaggi illustri, italiani e internazionali. Da qui sono passati premi Nobel come John Nash, divi di Hollywood e di Cinecittà come Charlton Heston e Ugo Tognazzi, e ancora poeti, letterati, sportivi e cantanti… Sedetevi a uno dei tavolini, guardate le loro fotografie appese alle pareti e volate con la fantasia nel tempo e nello spazio!

Potete entrare a ogni ora del giorno: colazioni, aperitivi ma anche pranzi e cene vi aspettano, grazie all’ottimo ristorante che serve piatti tipici della tradizione bergamasca insieme a quelli rivisitati in chiave contemporanea, previlegiando sempre materie prime locali provenienti dai presidi Slowfood.

Ma non è tutto: una rinomata selezione delle migliori etichette soddisferà i palati più esigenti.

Se volete conoscere la storia di Bergamo, cominciate la vostra visita da qui: la famiglia Menalli sarà ben lieta di raccontarvi i segreti che sono passati da uno dei più antichi “locali storici d’Italia”!

 


Il Caffé del Tasso fa parte dei “Locali Storici d’Italia”, insieme con gli altri luoghi che da secoli prosperano rinnovandosi nella tradizione.

Continua

In Città Alta dal 1476.
Nato prima della scoperta dell'America come "Locanda delle due spade", perché in Piazza Vecchia si facevano i duelli, diventa Torquato Tasso Caffè e Bottiglieria nel 1681, quando Bergamo colloca proprio a fianco del locale la statua di Torquato Tasso, il celebre poeta, discendente della nobile famiglia della Val Brembana, autore della Gerusalemme liberata.
Il Caffè del Tasso è una certezza a Bergamo: i secoli passano, gli stili cambiano ma lui resta e da qui passa la storia, al punto che nemmeno la cannonata austriaca che lo centrò nel 1849 potè interrompere questa grande tradizione di bontà!

Da sempre è crocevia di personaggi illustri, italiani e internazionali. Da qui sono passati premi Nobel come John Nash, divi di Hollywood e di Cinecittà come Charlton Heston e Ugo Tognazzi, e ancora poeti, letterati, sportivi e cantanti… Sedetevi a uno dei tavolini, guardate le loro fotografie appese alle pareti e volate con la fantasia nel tempo e nello spazio!

Potete entrare a ogni ora del giorno: colazioni, aperitivi ma anche pranzi e cene vi aspettano, grazie all’ottimo ristorante che serve piatti tipici della tradizione bergamasca insieme a quelli rivisitati in chiave contemporanea, previlegiando sempre materie prime locali provenienti dai presidi Slowfood.

Ma non è tutto: una rinomata selezione delle migliori etichette soddisferà i palati più esigenti.

Se volete conoscere la storia di Bergamo, cominciate la vostra visita da qui: la famiglia Menalli sarà ben lieta di raccontarvi i segreti che sono passati da uno dei più antichi “locali storici d’Italia”!

 


Il Caffé del Tasso fa parte dei “Locali Storici d’Italia”, insieme con gli altri luoghi che da secoli prosperano rinnovandosi nella tradizione.

Da non perdere nei dintorni