Centrale Taccani

Descrizione

Una centrale elettrica o un castello? Percorrendo la bella ciclabile lungo il fiume Adda, all'altezza di Trezzo, potresti essere colto da questo dubbio.

La struttura lunga e bassa, ricorda infatti il castello visconteo posto sulla collina al di sopra di essa.

Fu il lungimirante imprenditore Crespi a volere che la sua nuova centrale fosse costruita in armonia col paesaggio circostante. L'architetto, Gaetano Moretti, decise quindi di utilizzare la stessa pietra impiegata secoli prima per la costruzione della fortificazione preesistente e di realizzare la sua centrale con forme che richiamassero le merlature medievali.

Il risultato è uno degli edifici più affascinanti di tutta la belle époque, nonché forse di tutta l'architettura industriale! La centrale è ancora funzionante, dal 1904 provvede all’energia elettrica di diverse aree delle province di Lecco, Milano e Bergamo.


Continua

Una centrale elettrica o un castello? Percorrendo la bella ciclabile lungo il fiume Adda, all'altezza di Trezzo, potresti essere colto da questo dubbio.

La struttura lunga e bassa, ricorda infatti il castello visconteo posto sulla collina al di sopra di essa.

Fu il lungimirante imprenditore Crespi a volere che la sua nuova centrale fosse costruita in armonia col paesaggio circostante. L'architetto, Gaetano Moretti, decise quindi di utilizzare la stessa pietra impiegata secoli prima per la costruzione della fortificazione preesistente e di realizzare la sua centrale con forme che richiamassero le merlature medievali.

Il risultato è uno degli edifici più affascinanti di tutta la belle époque, nonché forse di tutta l'architettura industriale! La centrale è ancora funzionante, dal 1904 provvede all’energia elettrica di diverse aree delle province di Lecco, Milano e Bergamo.