Cannoniera San Michele

Descrizione

Per ammirare delle meravigliose concrezioni calcaree non occorre essere degli esperti speleologi e scendere per centinaia di metri nel sottosuolo, ma basta compiere pochi passi all’interno di questa cannoniera.

Superata la porta di Sant’Agostino, sulla destra del viale delle Mura, potrai notare un’apertura che s’inoltra dolcemente sottoterra. È l’ingresso della Cannoniera di San Michele.


Un tempo luogo militare deputato alla “difesa fiancheggiata” della porta S. Agostino e del baluardo omonimo, la cannoniera di San Michele è uno spazio incredibilmente suggestivo: l’acqua nel corso dei secoli è percolata dal soffitto di questo vano scavato all’interno delle mura, riempiendo lo spazio originariamente occupato dai cannoni e dalle munizioni con numerosissime stupende stalattiti filiformi ed altrettante piccole stalagmiti.

Il risultato è uno spettacolo della natura incredibilmente affascinante!

Il fascino sta anche nelle dimensioni che queste stalattiti e stalagmiti hanno raggiunto in breve tempo: se normalmente per crescere di questa lunghezza (fino a 3 metri) esse impiegano migliaia di anni, qui il tutto è successo in “soli” cinque secoli. Ciò è dovuto alla grande quantità di calce usata dai costruttori per sigillare le pietre che costituiscono la volta della cannoniera, che sciogliendosi a causa delle infiltrazioni d’acqua ha accelerato l’intero processo di formazione.

Continua

Per ammirare delle meravigliose concrezioni calcaree non occorre essere degli esperti speleologi e scendere per centinaia di metri nel sottosuolo, ma basta compiere pochi passi all’interno di questa cannoniera.

Superata la porta di Sant’Agostino, sulla destra del viale delle Mura, potrai notare un’apertura che s’inoltra dolcemente sottoterra. È l’ingresso della Cannoniera di San Michele.


Un tempo luogo militare deputato alla “difesa fiancheggiata” della porta S. Agostino e del baluardo omonimo, la cannoniera di San Michele è uno spazio incredibilmente suggestivo: l’acqua nel corso dei secoli è percolata dal soffitto di questo vano scavato all’interno delle mura, riempiendo lo spazio originariamente occupato dai cannoni e dalle munizioni con numerosissime stupende stalattiti filiformi ed altrettante piccole stalagmiti.

Il risultato è uno spettacolo della natura incredibilmente affascinante!

Il fascino sta anche nelle dimensioni che queste stalattiti e stalagmiti hanno raggiunto in breve tempo: se normalmente per crescere di questa lunghezza (fino a 3 metri) esse impiegano migliaia di anni, qui il tutto è successo in “soli” cinque secoli. Ciò è dovuto alla grande quantità di calce usata dai costruttori per sigillare le pietre che costituiscono la volta della cannoniera, che sciogliendosi a causa delle infiltrazioni d’acqua ha accelerato l’intero processo di formazione.