Ristorante pizzeria da Cesira

Ristorante pizzeria da Cesira

Descripción

A pochi passi dal “Salto degli sposi” sul Passo della Presolana, naturale balconata con vista spaziale sulla Val di Scalve, c’è un locale ad alto tasso gourmet. Questione di metri ed amministrativamente si ricade già in comune di Colere, il paese di Cesira Belinghieri che ha battezzato con il proprio nome anche il locale che da tre anni gestisce con il fratello Vanni, responsabile della conduzione del forno a legna in cui cuoce pizze e lievitati di tutto rispetto).

Ma il protagonista principale ai fornelli è il marito Dario Soldo, già firma di Ivo al Forno Antico, l’insegna che per anni è stata il punto di riferimento dei viaggiatori gourmet in transito dalla Presolana. Dopo la chiusura ed il trasferimento in quel di Zanica presso il laboratorio della pasticceria Morlacchi, sembrava destinato ad intraprendere una strada diversa. Invece è tornato sui suoi passi (nel caso: sul suo passo) riannodando il feeling con la cucina.

E che cucina, sostanziosa come è giusto che sia a queste latitudini eppure raffinata, tradizionale nelle basi ma aperta alle novità, eseguita con assoluta padronanza tecnica (in questo aspetto l’esperienza in pasticceria deve avergli giovato). Provare per credere la tatin di cipolla con uovo pochè e tartufo nero; i canederli con erbe selvatiche in fonduta; il risotto alle ortiche con fonduta di Taleggio; lo spiedo di piccione.

E chi non vuole rinunciare al pesce trova soddisfazione con la pappa al pomodoro con crudo di seppie e tonno rosso; purea di fave con ragù di pesce; trancio di rombo arrosto con patate. Per non dire dei dolci, d’alta scuola come il tiramisu estivo con pesche ed albicocche. Buona selezione dei vini curata da Cesira e servizio all’altezza di un’ambientazione da ristorante di design.

IL CONTO: si spende un po’ di più della media dei ristoranti in zona, per un menù completo tra i 40 ed i 50 euro vini esclusi. Ma il livello delle prestazioni li giustifica ampiamente.


Continuar

A pochi passi dal “Salto degli sposi” sul Passo della Presolana, naturale balconata con vista spaziale sulla Val di Scalve, c’è un locale ad alto tasso gourmet. Questione di metri ed amministrativamente si ricade già in comune di Colere, il paese di Cesira Belinghieri che ha battezzato con il proprio nome anche il locale che da tre anni gestisce con il fratello Vanni, responsabile della conduzione del forno a legna in cui cuoce pizze e lievitati di tutto rispetto).

Ma il protagonista principale ai fornelli è il marito Dario Soldo, già firma di Ivo al Forno Antico, l’insegna che per anni è stata il punto di riferimento dei viaggiatori gourmet in transito dalla Presolana. Dopo la chiusura ed il trasferimento in quel di Zanica presso il laboratorio della pasticceria Morlacchi, sembrava destinato ad intraprendere una strada diversa. Invece è tornato sui suoi passi (nel caso: sul suo passo) riannodando il feeling con la cucina.

E che cucina, sostanziosa come è giusto che sia a queste latitudini eppure raffinata, tradizionale nelle basi ma aperta alle novità, eseguita con assoluta padronanza tecnica (in questo aspetto l’esperienza in pasticceria deve avergli giovato). Provare per credere la tatin di cipolla con uovo pochè e tartufo nero; i canederli con erbe selvatiche in fonduta; il risotto alle ortiche con fonduta di Taleggio; lo spiedo di piccione.

E chi non vuole rinunciare al pesce trova soddisfazione con la pappa al pomodoro con crudo di seppie e tonno rosso; purea di fave con ragù di pesce; trancio di rombo arrosto con patate. Per non dire dei dolci, d’alta scuola come il tiramisu estivo con pesche ed albicocche. Buona selezione dei vini curata da Cesira e servizio all’altezza di un’ambientazione da ristorante di design.

IL CONTO: si spende un po’ di più della media dei ristoranti in zona, per un menù completo tra i 40 ed i 50 euro vini esclusi. Ma il livello delle prestazioni li giustifica ampiamente.