Le porte della prestigiosa pinacoteca cittadina si apriranno nuovamente al pubblico e lo stupiranno con un nuovissimo allestimento, spazi completamente rinnovati e tante novità anche in merito alle opere esposte, un nuovo ordinamento della collezione, con più opere, con tanti restauri e con un nuovo modo di comunicare. E’ aumentato il numero delle esposte arrivando a far toccare alla pinacoteca il ragguardevole totale di 600 capolavori che si sviluppano su un arco cronologico di cinque secoli, dall’inizio del Quattrocento sino alla fine dell’Ottocento. In mostra le principali scuole pittoriche italiane, dalla Lombardia al Veneto, dal Piemonte all’Emilia Romagna, dalla Toscana all’Umbria; non mancano sguardi alla pittura d’oltralpe, specialmente alle Fiandre e all’Olanda. Inoltre saranno visibili, per la prima volta dopo il restauro, 130 opere che sono state sottoposte, durante questi anni, a lavori per la conservazione. Oltre alle novità le opere dei grandi maestri che da sempre sono custodite all’Accademia Carrara: Donatello, Pisanello, Mantegna, Giovanni Bellini, Botticelli, Raffaello, Tiziano, Baschenis, Fra Galgario, Tiepolo, Canaletto, Piccio, Lorenzo Lotto e Giovan Battista Moroni. Ma il lavoro non ha interessato solo la collezione ma anche le modalità comunicative: i lavori ci consegnano un museo innovativo dal punto di vista del percorso e della distribuzione degli spazi: con ventotto sale, tredici al primo piano e quindici al secondo e nuovi servizi, quali lo spazio didattico, il museum shop e la sala video. Per maggiori informazioni consultare il nuovo portale www.lacarrara.it Quando: 23 aprile Dove Accademia Carrara, Bergamo Info: 035.270272 www.accademiacarrara.bg.it Ph: Sara Luraschi